FILIERA ECO-ALIMENTAREProgetto per la valorizzazione delle carni di selvaggina: la gestione di prodotto sostenibile come strumento di stimolo al miglioramento ambientale dei territori alpini

Lo spopolamento delle Alpi e la diminuzione delle attività tradizionali hanno comportato nell'Alta Val d'Ossola ad un aumento esponenziale degli ungulati selvatici, con conseguenti problematiche per gli ecosistemi. Per riequilibrare gli ambienti alpini è dunque necessario trovare nuovi sistemi di gestione della fauna selvatica. Il progetto propone di creare una filiera locale della carne di selvaggina, che garantisca un prelievo etico e un controllo delle carni e che consenta la produzione di un alimento sicuro e un ritorno economico per il territorio.

Obiettivi

L'obiettivo generale del progetto è rispondere alla necessità di gestire le popolazioni di ungulati selvatici nell’Alta Val d’Ossola, così da rendere maggiormente resiliente la comunità ai danni agli ecosistemi montani dovuti all’incremento numerico di tali specie, con particolare riferimento alla perdita di biodiversità e al rischio idrogeologico.

Il progetto mira a valorizzare la carne di selvaggina attraverso lo sviluppo di una filiera che segua un disciplinare di produzione etico che garantisca elevata sicurezza igienico-sanitaria e riconoscibilità attraverso l'istituzione di marchio del prodotto.

Azioni

Le azioni previste sono: realizzazione di studi ecologici ed economici di supporto al progetto (analisi dell’impatto degli ungulati a livello locale analisi costi/ricavi e business plan della filiera) costruzione partecipata della filiera realizzazione di corsi di formazione rivolti agli operatori della filiera su aspetti di carattere legislativo e igienico sanitario organizzazione di incontri sui temi del rapporto tra attività antropiche e ecosistemi creazione di un marchio di tipicità tramite un concorso di idee nelle scuole primarie e secondarie dei comuni dell'area caratterizzazione del prodotto (analisi del rischio volto alla determinazione dei rischi igienico-sanitari associati alla produzione di carne di selvaggina, analisi chimico-fisiche delle carni e valutazione della shelf life del prodotto) stesura del disciplinare di produzione divulgazione dei risultati e realizzazione di due incontri di chiusura del progetto.

Risultati attesi

I principali risultati attesi sono: accrescimento delle conoscenze relative al rapporto fauna-uomo-ambiente all'interno della comunità miglioramento della gestione del prelievo venatorio attivazione della filiera miglioramento del prodotto in termini igienico sanitari incentivazione di uno sviluppo del turismo eno-gastronomico legato a produzioni locali e sostenibili positiva ricaduta ambientale ed economica sul territorio.

Dove

Provincia

  • Verbano-Cusio-Ossola

Area di intervento

Alta Val d'Ossola

Ente capofila

Associazione per lo Sviluppo della Cultura, degli Studi Universitari e della Ricerca nel Verbano Cusio Ossola

Via Antonio Rosmini, 24 - 28845 DOMODOSSOLA (VCO) ITALIA

Soggetti della rete

  • Unione Montana Alta Ossola

Bando

Comunità Resilienti

Avvio progetto

2015

Durata

18 mesi

Budget progetto

133.485

Soggetti finanziatori

Contributo

Fondazione Cariplo

75.000