Progetto C.E.R.C.A. BG. - Cittadinanza Ecologia Risorse Comunità e Ambiente Bergamo. Servizi ecosistemici e comunità: il territorio del Parco Agricolo Ecologico Madonna dei Campi come ambito strategico di valorizzazione ambientale

Il progetto si snoda intorno all'area del Parco Locale di Interesse Sovracomunale "Parco Agricolo Ecologico Madonna dei Campi" di Bergamo e coinvolge le comunità dei quartieri periferici di Colognola del Piano e Grumello del Piano. Si tratta di un'area interessata da un marcato fenomeno di dispersione urbana entro la quale, compreso entro una fitta rete di infrastrutture pesanti, è conservato un paesaggio agricolo di grande valore. Attraverso il coinvolgimento attivo delle comunità locali il progetto mira alla valorizzazione del Parco mediante interventi concreti di riqualificazione ecologica e paesaggistica, potenziando un percorso di mobilità dolce e predisponendo uno strumento d'azione (il Community Land Planning) che definisca le strategie operative da attivare per la gestione futura del Parco in un'ottica di sostenibilità e resilienza.

Obiettivi

Il progetto ha l’obiettivo di promuovere una strategia pilota di valorizzazione multidisciplinare del Parco Agricolo Ecologico di Bergamo e Stezzano, per la messa a sistema dell’ampio spettro di servizi ecosistemici che questa realtà può fornire alle comunità locali, in un’ottica sinergica di promozione e tutela del “capitale naturale” in esso custodito.

  • Conservare, implementare e valorizzare le funzioni ambientali e le potenzialità ecologiche del parco agricolo ecologico
  • Restituire il territorio agricolo alle comunità locali

  • Favorire l'integrazione tra i quartieri periferici della città di bergamo

  • Contribuire alla mitigazione dei disagi sociali offrendo spazi e iniziative direttamente connesse all’incremento della qualità della vita

  • Favorire lo sviluppo di una rinnovata sensibilità nella cittadinanza

  • Sostenere le economie locali

  • Recuperare gli elementi tradizionali tipici del paesaggio agrario della media pianura bergamasca

  • Costituire, di concerto con le comunità locali, un innovativo modello integrato di gestione sostenibile delle risorse ambientali.

Azioni

  • Interventi di riqualificazione ecologica (definizione di un progetto condiviso di riqualificazione realizzazione di opere a verde fornitura e posa di bacheche didattiche monitoraggio componenti biologiche)
  • Interventi di potenziamento dei collegamenti tra il quartiere grumello del piano e il quartiere colognola (interventi di sistemazione del percorso ciclopedonale di connessione tra i quartieri interventi di potenziamento e valorizzazione della vegetazione arborea e arbustiva lungo le pertinenze del tracciato ciclopedonale posa di elementi di arredo e di valorizzazione informativa turistica)
  • Coinvolgimento delle comunità locali (promozione e redazione condivisa di un community land planning organizzazione di un mercato agroalimentare stagionale e un evento di promozione del parco agricolo ecologico uscite didattiche con le scuole comprensoriali attività didattiche naturalistiche per la comunità)
  • Attività di formazione e consulenza a favore delle aziende agricole locali.

Risultati attesi

  • Ricadute positive in termini paesaggistici, sulla biodiversità e sulla connessione ecologica
  • L'incremento della fruizione del territorio del parco
  • Ricadute positive sulle attività economiche locali, in primis di stampo agricolo
  • Diffusione una nuova vision ambientale tra tutti gli stakeholder
  • Sviluppo di un legame identitario tra cittadini e territorio
  • L'elaborazione di un piano concreto per il futuro indirizzo gestionale del parco.

Dove

Comuni

  • Bergamo

Provincia

  • Bergamo

Area di intervento

Parco Agricolo Ecologico Madonna dei Campi (Bergamo, quartieri di Grumello e Colognola)

Ente capofila

Biplano Cooperativa Sociale

Via Battaina, 901 - 24059 URGNANO (BG)

Soggetti della rete

  • Comune di Bergamo

Bando

Comunità Resilienti

Avvio progetto

2017

Durata

24 mesi

Soggetti finanziatori

Contributo

Fondazione Cariplo

118.000

Gli altri progetti di resilienza