ESSERCI! La Resilienza Circolare di Seveso

Il progetto si rivolge al territorio del Comune di Seveso e intende costruire, mediante opportuni strumenti di gestione, una durevole capacità di resilienza verso le nuove criticità ambientali che lo interessano rappresentate dalla mancanza di adeguata tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e dall'impatto delle attuali forme di mobilità urbana sulla salute e sulla qualità della vita della comunità locale. Il progetto, inoltre, mira a superare la storica frammentazione territoriale e relazionale della società sevesina per recuperare un contesto di coesione sociale fondato su legami condivisi, solidali e armonici con l'ambiente naturale.

Obiettivi

L'obiettivo generale del progetto è irrobustire la rete di attori sociali operanti nei settori della tutela e valorizzazione del territorio per la costruzione di una più elevata capacità di resilienza.

  • Promuovere attività di tutela e gestione del territorio volte al miglioramento del benessere della comunità e a favorire una cultura ambientale multifunzionale
  • Attivare modalità efficaci di collaborazione tra gli attori chiave operanti sul territorio facilitando la promozione di azioni condivise e durevoli
  • Rafforzare la capacità di resilienza della comunità attraverso interventi per una mobilità più sostenibile e la riqualificazione di alcune aree verdi strategiche
  • Promuovere l'internazionalizzazione di seveso per capitalizzare la sua esperienza resiliente, attivare lo scambio di buone pratiche e accompagnare la comunità verso uno sviluppo che integri la sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Azioni

  • Mappe verdi e benessere della comunità nell'ambiente urbano (coinvolgimento e consultazione degli attori locali nella progettazione di interventi di riqualificazione di aree di pubblico interesse, definizione di attività per la riqualifica di aree urbane, stesura del “piano di rigenerazione urbana”, sensibilizzazione e coinvolgimento della comunità allargata, raccolta delle proposte della comunità per la riattivazione di largo 10 luglio 1976,interventi di riqualificazione dell’area)
  • Circular seveso resilience network (attivazione del gruppo “seveso in transition”, implementazione di un’iniziativa di gemellaggio con realtà locali particolarmente virtuose a livello europeo, scambio di best practices e visite studio)
  • La rete della mobilità dolce a seveso (realizzazione di percorsi ciclo pedonali a congiunzione delle aree verdi rigenerate, delle zone residenziali più isolate e dei poli attrattori del comune, mappatura on-line dei percorsi ciclo pedonali tramite “crowdmap ”, attività di sensibilizzazione sulla mobilità dolce e all’utilizzo delle “mappe verdi”, sperimentazione di un progetto-pilota di "car-pooling").

Risultati attesi

  • Valorizzazione dell'ambiente naturale di seveso
  • Incremento della connettività sociale e ambientale tra zone e quartieri con conseguente miglioramento dei processi partecipativi e della coesione sociale
  • Avvio di sperimentazioni di mobilità ciclistica e pedonale con conseguente mitigazione dell'inquinamento atmosferico e acustico, dell'incidentalità stradale e della congestione
  • Ingresso di seveso in reti europee e internazionali di cooperazione tra comunità locali per la diffusione di buone pratiche
  • Rafforzamento delle reti di collaborazione tra gli attori sociali presenti sul territorio di seveso e impegnati nella valorizzazione dell'ambiente locale e della qualità della vita.

Dove

Comuni

  • Seveso

Provincia

  • Monza e Brianza

Ente capofila

Fondazione Lombardia per l'Ambiente

Piazza Diaz, 7 - 20123 MILANO (MI) ITALIA

Soggetti della rete

  • Comune di Seveso
  • Legambiente Lombardia Onlus

Bando

Comunità Resilienti

Avvio progetto

2015

Durata

24 mesi

Budget progetto

221.573

Soggetti finanziatori

Contributo

Fondazione Cariplo

125.000