Non solo lago. Strategie di resilienza per la cura e valorizzazione turistico- ambientale del territorio montano dell'Alto Lario

Il progetto vuole contrastare il degrado dell’ambiente alpino dovuto al venir meno negli ultimi anni delle attività agro-pastorali e alla riduzione delle praterie in quota; inoltre, si vuole incentivare la cura del territorio e la fruizione turistico-ambientale del Comune di Gravedona ed Uniti (CO), in particolare del PLIS della Valle Albano, favorendo lo sviluppo del turismo sostenibile come strumento in grado di garantire la valorizzazione del patrimonio naturalistico e culturale, in sinergia con il processo di crescita socio-economica della collettività.

Obiettivi

L'obiettivo generale del progetto è promuovere la tutela e la conservazione del patrimonio naturale, attraverso la valorizzazione turistico-ambientale del territorio montano.

In particolare il progetto mira a: riqualificare e potenziare la rete sentieristica dei territori montani del comune (e in particolare del plis) al fine di valorizzare le risorse naturali e storico-culturali presenti nell’area promuovere la fruizione turistica sostenibile dell’area montana ed ampliare l’offerta turistico-ricettiva locale improntata su criteri di sostenibilità sostenere la filiera produttiva agro-pastorale locale e favorire la prosecuzione delle attività tradizionali e il mantenimento di pascoli e malghe nelle aree montane.

Azioni

  • Mappatura tramite gps dei sentieri esistenti
  • Interventi di ripristino e ampliamento della rete sentieristica esistente nel plis della valle albano e nella zona di accesso
  • Progettazione di percorsi di visita finalizzati a valorizzare le risorse naturali presenti nell’area
  • Realizzazione di mappe e file scaricabili dal sito web del progetto e utilizzabili con smartphone e tablet
  • Costituzione di una cooperativa locale per la promozione del territorio e il coinvolgimento comunitario
  • Ideazione e sperimentazione di una serie di pacchetti turistici che coinvolgano la rete di operatori locali
  • Promozione di forme locali di ospitalità diffusa dell’area del parco della valle albano
  • Organizzazione di un gruppo di lavoro con i produttori agricoli e gli allevatori presenti nelle aree montane del comune di gravedona ed uniti
  • Realizzazione di interventi di gestione e utilizzo dei pascoli e delle aree prative montane
  • Stesura di un regolamento per la definizione di un marchio di qualità degli alimenti prodotti sul territorio del comune e nelle aree limitrofe
  • Organizzazione di un circuito di vendita a filiera corta
  • Definizione di attività turistico-ricreative da affiancare all’attività agricola
  • Attività di monitoraggio e valutazione del progetto.

Risultati attesi

I risultati attesi sono: 70% dei sentieri ripristinati e migliorati diminuzione del rischio di dissesto idro-geologico e del tasso di perdita delle praterie aumento della fruizione sostenibile del territorio diminuzione del tasso di abbandono delle attività agricole riduzione del tasso di perdita delle praterie in quota aumento del grado di conservazione delle aree montane aumento delle presenze turistiche maggiore conoscenza da parte della popolazione locale dei rischi territoriali ed economico-sociali derivanti dall’abbandono delle aree montane aumento delle persone coinvolte nelle attività di gestione sostenibile del territorio aumento degli introiti derivanti dal turismo e del fatturato delle aziende agricole aumento del consumo dei prodotti locali.

Dove

Comuni

  • Gravedona ed Uniti

Provincia

  • Como

Ente capofila

Istituto Oikos Onlus

Via Crescenzago, 1 - 20134 MILANO (MI) ITALIA

Soggetti della rete

  • Comune di Gravedona ed Uniti

Bando

Comunità Resilienti

Avvio progetto

2015

Durata

20 mesi

Budget progetto

166.700

Soggetti finanziatori

Contributo

Fondazione Cariplo

95.000