GE.COO.FOR. - Gestione Coordinata delle Foreste. Un progetto pilota per la formazione e il coinvolgimento della proprietà privata nella prevenzione del dissesto idrogeologico e nella gestione forestale del Lario Intelvese

Il progetto affronta la tematica dell'abbandono del bosco e delle pratiche colturali, con particolare riferimento alle problematiche legate al dissesto idrogeologico derivante dall'incuria e dalle mancate manutenzioni, che interessa il contesto territoriale della Comunità Montana Lario Intelvese. Si vuole agire a diversi livelli, favorendo la formazione attiva delle proprietà private e dei portatori di interesse e incentivando modalità di intervento sul territorio di tipo coordinato mediante forme associative in grado di aumentare la capacità di intervento dei singoli. Parallelamente, viene attivato in via sperimentale un sistema di segnalazione delle criticità.

Obiettivi

L’obiettivo generale del progetto è di applicare un modello di gestione del rischio idrogeologico e di intervento condiviso al fine di accrescere la resilienza della comunità locale rispetto ai fattori di rischio che insistono sul territorio della Comunità Montana del Lario Intelvese.

Gli obiettivi specifici sono: coinvolgimento delle proprietà private anche medio – piccole in un percorso di gestione coordinata e consorziata della foresta sperimentazione di forme di intervento condiviso avvio di un percorso di presa di coscienza, formazione e collaborazione che porti alla strutturazione di un sistema di individuazione e segnalazione tempestiva dei problemi valorizzazione delle molteplici funzionalità del bosco.

Azioni

  • Analisi e mappatura del contesto territoriale
  • Attivazione del progetto pilota nel comune di laglio
  • Attività di informazione e sensibilizzazione (sito web, materiale divulgativo, video clip sul ruolo delle manutenzioni forestali nella prevenzione del dissesto idrogeologico e sulla filiera bosco – legno - energia)
  • Attività di networking e organizzazione di visite guidate a esperienze virtuose condotte sul territorio nazionale o estero
  • Attivazione di un percorso formativo destinato alle proprietà forestali, ai gestori/utilizzatori del bosco, alle forme associative attive in campo ambientale, alle autorità con compiti di tutela e vigilanza ambientale e attivazione di “cantieri scuola” in cui si interverrà fattivamente su alcune delle situazioni critiche di dissesto, collasso del bosco, problematiche legate alla viabilità forestale e alla rete sentieristica
  • Attivazione di uno “sportello informativo forestale”, presso la sede del consorzio forestale e della comunità montana lario intelvese
  • Messa a punto di un sistema di segnalazione delle criticità forestali e idrogeologiche
  • Rilievi in campo per valutazione segnalazioni, qualificazione superfici forestali, identificazioni emergenze dissesto
  • Attivazione di forme coordinate di gestione del bosco.

Risultati attesi

I risultati attesi sono: costruzione di un quadro conoscitivo solido e affidabile, con particolare riferimento all'inquadramento del regime delle proprietà dei boschi e alla localizzazione di problemi noti costruzione di un database georeferenziato accrescimento della sensibilità e diffusione della coscienza critica sulle problematiche affrontate coinvolgimento di almeno 100 stakeholder attivazione di almeno 3 interventi efficaci sul territorio stipula di almeno 3 accordi/convenzioni durante il periodo di attività del progetto riduzione del rischio.

Dove

Provincia

  • Como

Area di intervento

Territorio della Comunità Montana del Lario Intelvese

Ente capofila

Consorzio Forestale Lario Intelvese

Via Roma, 9 - 22028 SAN FEDELE INTELVI (CO) ITALIA

Soggetti della rete

  • Comunità Montana del Lario Intelvese

Bando

Comunità Resilienti

Avvio progetto

2015

Durata

18 mesi

Budget progetto

225.028

Soggetti finanziatori

Contributo

Fondazione Cariplo

95.000